Test Covid-19: quali sono e cosa evidenziano

In Chirofisiogen Center e Centro Medico La Quintana si eseguono test sierologici (qualitativi e quantitativi), test sierologici per anticorpi neutralizzanti e tamponi naso faringei in tutta sicurezza, con un percorso dedicato.

 

Per verificare l’ondata di contagi relativi all’infezione da SARS-CoV-2 fondamentale è l’indagine immediata sui pazienti asintomatici da attuare attraverso l’esecuzione di tamponi in biologia molecolare, tamponi rapidi antigenici o test sierologici qualitativi o quantitativi. Cerchiamo quindi di fare chiarezza su quando effettuare questi diversi esami e cosa evidenziano.

 

TAMPONE MOLECOLARE NASO-FARINGEO

 

Il tampone oro e rino-faringeo esaminato con metodica in PCR, quindi in biologia molecolare (metodica che ad oggi rimane quella di elezione), serve per diagnosticare l’infezione attiva entro 2/3 giorni da avvenuto contagio.

 

TAMPONE ANTIGENICO RAPIDO

 

Il test antigene su tampone oro/rino-faringeo consiste nella ricerca qualitativa dell’antigene proteico nucleocapside da SARS-CoV-2 direttamente su campioni prelevati a livello rino/oro-faringeo. Questo è un test rapido che consiste in un’analisi qualitativa immunocromatografica: la membrana di reazione contiene anticorpi altamente selettivi per rilevare la proteina nucleocapside SARS-CoV-2. Il test rapido antigenico utilizzato presso la nostra struttura è certificato anche per l’identificazione della positività in presenza delle varianti inglese e brasiliana del virus Covid-19.

 

TEST SIEROLOGICO QUALITATIVO E QUANTITATIVO

 

Il test sierologico serve nella parte prognostica ed epidemiologica per verificare se si è venuti a contatto con il virus e quindi se si possiedono gli anticorpi. Può essere qualitativo o quantitativo: quest’ultima caratteristica è molto importante per appunto quantificare gli anticorpi (IgM o IgG) e verificare il perdurare di questi nel tempo, infatti è consigliabile ripetere tale test ogni due mesi.
Nel sierologico si distinguono le IgM entro 4/6 giorni dalla comparsa dei sintomi e le IgG entro 9/12 giorni e sono queste che permangono nel tempo.
A volte la sieroconversione porta alla comparsa di IgG anche dopo molti giorni (dal 35esimo giorno in poi dalla malattia): infatti si è verificato che la quantità e la presenza di anticorpi varia molto a seconda di quanto la forma della malattia è stata grave e/o da come reagisce il sistema immunitario diverso da individuo ad individuo.
Inoltre, essendo il SARS-CoV-2 un betacoronavirus, la presenza di anticorpi protettivi IgG può avere solo una durata di mesi e non di anni.

Da quanto sopra esposto si evince che per una valutazione completa dello stato della propria salute nei confronti del SARS-CoV-2 l’ideale sarebbe che ogni soggetto asintomatico si sottoponesse ad un esame completo combinato: tampone + sierologico.

 

TEST SIEROLOGICO ANTICORPI NEUTRALIZZANTI

 

Brugnoni Group Sanità è lieto di annunciare che è disponibile il nuovo test di ultima generazione conforme allo standard europeo che correla gli anticorpi IgG con quelli neutralizzanti, consentendo di misurare la risposta immunitaria anti-SARS-CoV-2, sia dopo la vaccinazione, sia dopo la malattia.
Gli anticorpi neutralizzanti Covid-19 (anticorpi RDB-IgG, dosaggio quantitativo della PROTEINA SPIKE del SARS-CoV-2) sono una classe di anticorpi che bloccano il virus SARS-CoV-2 rendendolo non più in grado di infettare le cellule. Si sviluppano in seguito al vaccino o alla malattia e forniscono un’immunità acquisita al virus.
La misura quantitativa assicura risposte decisamente più accurate rispetto ai test sierologici fino ad oggi disponibili sul mercato.
Il nuovo test IgG di ultima generazione è utile per chi:
– ha già completato il vaccino anti-SARS-CoV-2 (entrambe le dosi) e desideri verificare la successiva produzione di anticorpi (e loro relativa durata, attraverso misurazioni ripetute nel tempo). Per i soggetti vaccinati è consigliabile effettuare tale test dopo almeno dieci giorni dal secondo richiamo vaccinale.
– vuole verificare se è venuto a contatto con il virus in passato e quindi ha già sviluppato anticorpi neutralizzanti.

 

  Vediamo ora quali solo le modalità di esecuzione

 

 

TAMPONE MOLECOLARE

 

Condizioni di accesso all’esame

Fermo restando che l’esecuzione del test molecolare su tampone avviene nel rispetto dei rigidi protocolli di sicurezza e protezione a tutela sia degli operatori sanitari, che effettuano la prestazione, sia del soggetto che si sottopone al prelievo, per poter accedere alla struttura, in aggiunta alla predisposizione con un apposito percorso, sono necessari i seguenti requisiti:

  • prescrizione medica
  • appuntamento telefonico, previo triage telefonico per la valutazione epidemiologica e clinica
  • condizione di asintomaticità (assenza di sintomi riconducibili ad infezione da SARS-CoV-2)
  • mascherina protettiva
  • documento di identità e tessera sanitaria

 

Modalità di esecuzione

Quando un paziente viene sottoposto a tampone, per la diagnosi di infezione da SARS-CoV-2 il campione di elezione da raccogliere è un campione delle alte vie respiratorie (tampone nasale, tampone oro-faringeo, tampone rino-faringeo).

Presso il laboratorio analisi Chirolab di Chirofisiogen Center e il punto prelievi del Centro Medico La Quintana, il paziente può essere sottoposto a tampone naso/faringeo in tutta sicurezza, grazie al percorso dedicato, e in tutta tranquillità perché il prelievo a livello delle alte vie respiratorie viene eseguito in pochi secondi e ha un’invasività minima.
In dettaglio, il Test Molecolare su Tampone oro/rino-faringeo per diagnosi di SARS-CoV-2 consiste nella ricerca dell’RNA virale utilizzando una metodica di analisi in Reverse Real Time PCR: il campione di elezione, per effettuare diagnosi di infezione da SARS-CoV-2, viene prelevato, dall’operatore sanitario munito degli appositi dispositivi di protezione individuale, dalla mucosa che riveste il rinofaringe e/o l’orofaringe del paziente mediante un tampone sterile che viene poi subito inserito in una soluzione che stabilizza l’RNA virale.
In Laboratorio avverrà poi la fase di estrazione e purificazione dell’RNA, tramite apparecchio automatizzato, per predisporre il campione alla successiva ricerca dell’RNA virale tramite metodica molecolare rRT-PCR.
Per la ricerca dell’RNA virale, per la diagnosi di SARS-CoV-2, la specificità della metodica utilizzata dal nostro laboratorio è del 98,93%.

 

Quali possono essere i risultati

NEGATIVO: sulla base del test non vi è evidenza microbiologica di infezione da SARS-CoV-2 in atto.
POSITIVO per RNA di 2 geni (protocollo Tokyo) del Virus SARS-CoV-2: verrà informato il Servizio di Igiene e Sanità Pubblica che disporrà l’isolamento contumaciale e gli ulteriori provvedimenti del caso.
INDETERMINATO in quanto è stato rilevato rna di un solo gene del virus Sars-CoV-2: verrà informato il servizio di Igiene e Sanità Pubblica che disporrà l’isolamento fiduciario e l’effettua-zione di un ulteriore tampone entro 24-48 ore.

 

La consegna dei referti
La consegna dei referti avviene al massimo entro il giorno seguente l’esecuzione del test molecolare tramite il nostro portale dedicato al ritiro dei referti online. Su richiesta, al momento dell’accettazione, senza costi aggiuntivi è possibile richiedere il referto in lingua inglese.

 

TAMPONE ANTIGENICO RAPIDO

 

Condizioni di accesso all’esame

  • appuntamento telefonico, previo triage telefonico per la valutazione epidemiologica e clinica
  • condizione di asintomaticità (assenza di sintomi riconducibili ad infezione da SARS-CoV-2)
  • mascherina protettiva
  • documento di identità e tessera sanitaria

 

Modalità di esecuzione
Il campione di elezione, per effettuare diagnosi di infezione da SARS-CoV-2, viene prelevato, dall’operatore sanitario, nella mucosa che riveste il rinofaringe o l’orofaringe del paziente mediante un tampone sterile che viene inserito successivamente in una soluzione che sarà usata come campione test, in quanto verranno versate delle gocce nel vano della cassetta e partirà la migrazione dei reagenti, alla fine della quale apparirà una linea colorata C (linea dei Controllo). La linea di controllo conferma la validità del test. La presenza della seconda linea T sta ad indicare un risultato positivo. Se la linea T non è presente il risultato sarà negativo.
Il test da noi selezionato e in uso ha mostrato ad oggi una sovrapposizione totale rispetto al tampone molecolare, che comunque rimane il test di conferma e di riferimento.
Tale test antigenico rapido ha una sensibilità pari all’86,7%, una specificità pari al 100% e un’accuratezza pari al 96,3%.


Quali possono essere i risultati

NEGATIVO: sulla base del test non vi è evidenza microbiologica di infezione da SARS-CoV-2 in atto.
POSITIVO: il test deve essere confermato con un TEST MOLECOLARE SU TAMPONE ORO/RINO-FARINGEO. Dovrà quindi permanere a domicilio in isolamento fiduciario fino all’esito negativo del TEST MOLECOLARE SU TAMPONE ORO/RINOFARINGEO e continuare l’isolamento nel caso di conferma di positività.


La consegna dei referti

La consegna dei referti avviene poche ore dopo l’esecuzione del test antigenico tramite il nostro portale dedicato al ritiro dei referti online. Su richiesta, al momento dell’accettazione, senza costi aggiuntivi è possibile richiedere il referto in lingua inglese.

 

TEST SIEROLOGICO QUALITATIVO E QUANTITATIVO
TEST SIEROLOGICO ANTICORPI NEUTRALIZZANTI

 

Condizioni di accesso all’esame

  • appuntamento telefonico, previo triage telefonico per la valutazione epidemiologica e clinica
  • condizione di asintomaticità
  • mascherina protettiva
  • documento di identità e tessera sanitaria

 

Modalità di esecuzione

Per poter eseguire l’esame, occorre un semplice prelievo di sangue. Il test sierologico qualitativo adottato dal nostro laboratorio dopo aver effettuato numerosissime prove con varie tipologie diverse di reattivi, garantisce elevati livelli di qualità essendo certificato CE e IVD e
registrato presso il Ministero della Salute. La specificità e sensibilità del test è stata inoltre confrontata in doppio con test PCR mostrando ottima sovrapposizione dei dati. I risultati sono stati analizzati per anticorpi di classe G e M distintamente e hanno mostrato una sensibilità pari al 100% su IgG e all’85% su IgM.
L’accuratezza è stata rispettivamente di 98,6% per il primo e di 92,9% per il secondo con specificità del 98% per le IgG e del 96% per le IgM.
Il test sierologico quantitativo adottato è in Clia (Chemiluminescenza), è di ultima generazione, segue lo standard europeo ed è certificato dalla ditta produttrice che rientra tra le Aziende produttrici più importanti e note a livello mondiale.
Il test sierologico anticorpi neutralizzanti di ultima generazione ricerca e quantifica gli anticorpi per Covid-19 RDB-IgG: si esegue grazie ad un semplice prelievo di sangue e la metodica applicata per l’esecuzione del test in laboratorio è la chemiluminescenza (CLIA). A differenza del normale test sierologico per anticorpi IgG, questo nuovo test sierologico è in grado di ricercare gli anticorpi anti-RDB della PROTEINA SPIKE (proteina s), grazie ad una maggior specificità verso la ricerca di tali anticorpi nel sangue e pertanto è sicuramente ideale per quantizzare le IgG dei soggetti vaccinati.
A livello clinico, la sensibilità è al 100% e la specificità è del 99.6%.

 

Quali possono essere i risultati del test sierologico qualitativo e quantitativo

NEGATIVO: il soggetto non ha sviluppato anticorpi.
POSITIVO IgM POSITIVE: il soggetto ha sviluppato tali anticorpi, pertanto l’origine dell’infezione virale è recente.
IgM e IgG POSITIVE: il soggetto ha sviluppato entrambi gli anticorpi, pertanto l’origine dell’infezione virale è relativamente recente.
IgG POSITIVE: il soggetto ha sviluppato tali anticorpi, pertanto l’origine dell’infezione virale è più lontana nel tempo e sono presenti gli anticorpi protettivi.

 

Quali possono essere i risultati del sierologico anticorpi neutralizzanti

ANTICORPI IgG NEUTRALIZZANTI NEGATIVO: il soggetto non ha sviluppato anticorpi.
ANTICORPI IgG NEUTRALIZZANTI POSITIVO: indica l’esposizione al virus SARS-CoV-2 e la presenza di anticorpi IgG NEUTRALIZZANTI diretti contro il SARS-CoV-2.

 

La consegna dei referti

La consegna dei referti avviene poche ore dopo l’esecuzione del test sierologico tramite il nostro portale dedicato al ritiro dei referti online. Su richiesta, al momento dell’accettazione, senza costi aggiuntivi è possibile richiedere il referto in lingua inglese.

 

Per saperne di più e prenotare il tuo prossimo esame consulta i nostri siti

Giu 11
Vai in vacanza ‘forte’ della tua salute

Dopo lo stress accumulato nei mesi invernali e prima del meritato riposo può essere…

Giu 01
Più infezioni vaginali in estate? La prevenzione passa per la visita ginecologica e il tampone

Il caldo e la relativa umidità nella zona genitale diventano terreno fertile per…

Mag 12
Tumori cutanei: prevenire e curare si può

La pelle è un organo corporeo alla stregua di tutti gli altri, come fegato, rene,…