La Risonanza Magnetica ora esegue la biopsia alla prostata

Il tumore alla Prostata fa meno paura, grazie alla Risonanza Magnetica Multiparametrica, che svela tumori piccolissimi e li distingue dal tessuto sano e che, una volta eseguita, permette di effettuare una biopsia mirata, prelevando campioni di tessuto esattamente dove si trova il tumore.

 Il Centro Medico La Quintana di Foligno, struttura sanitaria del Brugnoni Group Sanità, diventa un punto di riferimento a livello nazionale per la diagnosi del tumore alla prostata.

In particolare, attraverso la stretta collaborazione con il Dott. Francesco Osimani, responsabile medico della divisione dedicata alla diagnosi della prostata, è stata perfezionata la tecnica speciale di risonanza magnetica, chiamata “multiparametrica”, che permette di localizzare con estrema precisione i tumori iniziali all’interno della ghiandola prostatica. I vantaggi, sia per la stadiazione (sapere il tipo di tumore e la sua aggressività) sia per il trattamento, sono evidenti, poiché il cancro può essere diagnosticato con un’accuratezza superiore al 90%.

Il tumore prostatico pone infatti un dilemma alla medicina: da un lato sappiamo che, se individuato in fase iniziale, oggi è guaribile con interventi sempre meno invasivi che salvaguardano la potenza e la continenza, dall’altro però il percorso diagnostico può essere lungo e incerto, e richiedere a volte l’esecuzione di biopsie prostatiche ripetute.

 

Presso il Centro Medico La Quintana è possibile eseguire anche la Biopsia della prostata sotto guida RM, associando alla Risonanza Magnetica Multiparametrica la tecnologia “DynaTRIM”. Questo dispositivo, guidato dalla RM, permette infatti di eseguire una biopsia mirata della lesione prostatica con un’accuratezza mai raggiunta fino ad oggi, in modo da evitare l’esecuzione della biopsia alla prostata attraverso multipli prelievi, tecnica che attualmente avviene sotto guida ecografica

brugnoni-group-sanità-rm-prostata

Come anticipato, al Centro Medico la Quintana questa procedura viene eseguita dal Medico Radiologo Dott. Francesco Osimani, che vanta un’esperienza importante in questo campo dato che dal 2015 ha refertato più di 1000 Risonanze Multiparametriche della prostata ed ha effettuato, dal 2016, più di 100 biopsie RM-guidate all’anno.

 

In definitiva, la metodica sotto guida RM è la più precisa per la biopsia mirata nella ghiandola prostatica perché permette la contemporanea visione della neoplasia e dell’ago da biopsia.

Inoltre, è mininvasiva: vengono eseguiti normalmente solo due prelievi (fino a massimo 4).

Si gestisce in regime ambulatoriale.

E’ veloce: la procedura dura circa 30 minuti.

E’ totalmente indolore tanto che non si esegue nemmeno un’anestesia locale.

E’ sicura perché minor numero di prelievi significa minor numero di complicanze (prostatiti, sanguinamenti…).

Per avere la certezza assoluta che nella prostata ci sia il cancro, un tumore clinicamente significativo e aggressivo, dopo una RM multiparametrica molto sospetta (classificazione secondo PIRADS da 3 a 5), si deve procedere a una biopsia RM-guidata.

In dettaglio, tale metodica si avvale della macchina di Risonanza Magnetica e di un’apparecchiatura parzialmente robotica per il posizionamento dell’ago da prelievo precisamente nella lesione bersaglio (biopsia RM-guidata in bore).

L’esame dura circa 30 minuti, in cui il paziente viene messo sul lettino della RM a pancia sotto con una sonda rettale di diametro di 10mm che porta l’ago da biopsia e che viene indirizzata nella regione bersaglio. Alla fine del puntamento si eseguono i prelievi nella regione sospetta.

Nonostante l’alto costo dei materiali RM-compatibili necessari per l’esecuzione dell’esame, si tratta di una metodica a basso costo, perché l’associazione della RM Multiparametrica prostatica e della Biopsia RMguidata in bore, permette velocità nella diagnosi ed estrema sicurezza diagnostica, che rasenta il 98%, un livello difficilmente raggiungibile in medicina.

Tutto questo è realizzabile attraverso dei macchinari RM di ultimissima generazione, come quello installato nel Centro Medico La Quintana, ancora più moderno rispetto a quelli disponibili nei principali ospedali italiani e grazie ad un personale tecnico e medico di altissima specializzazione (tutti standard di eccellenza richiesti delle linee guida delle Società Urologica e Radiologica Europee).

 

Questo in Italia si realizza solo in pochissimi centri di altissima specializzazione, come lo IEO di Milano e l’IRCCS di Candiolo a Torino.

 

Pertanto, si tratta di un’eccellenza nella Sanità Umbra al servizio dei cittadini su una delle neoplasie più comuni nella popolazione italiana.

 


Brugnoni Group Sanità

Centro Medico La Quintana

 

Nov 03
Malattie della tiroide e delle altre ghiandole endocrine

Quando sospettarle, come trattarle e come semplificare la vita del paziente. Le…

Ott 22
Malattie Reumatiche: con la Risonanza Magnetica Total Body la diagnosi è veloce ed efficace

Soprattutto per le malattie infiammatorie articolari, la RMN Total Body è diventata la…

Ott 07
Mal di schiena e dolore cervicale? Grazie alla fisioterapia si può evitare la chirurgia

La Fisioterapia, attraverso tecniche di terapia manuale e strumentale, oltre che alla…